Stasera è una di quelle sere calde, quasi estive.
Una sera che mi ha fatto tornare in mente quella volta che ero a casa da sola, con la pianta di basilico sul davanzale.
La finestra spalancata e l’odore di Torpignattara ovunque.

La sera che ho immaginato un silenzio perfetto, che non poteva essere altro che fantasia.
La sera che ho scritto questo, tre anni fa.

Oggi, come quel giorno di settembre.
Una scatola di cereali dove affondare la mano.
I piedi scalzi sulla sedia.
L’aria calda che mi soffoca.
Un balcone da spalancare e lasciare spesso aperto.
Oggi, Monteverde che mi sfiora.

La stessa voglia di silenzio di una sera senza mani.
Pensieri sparsi e sensazioni.
Ricerca di leggerezza.

Come quando prendo i pattini e scendo sul lungotevere a scivolare.
E scivolo, scivolo.
Scivolo indisturbata guardando in alto, mentre la musica copre tutto.
Mentre sento gli affanni, il nervosismo, l’agitazione delle mattine romane troppo caotiche.
Vi sfioro da lontano, con lo sguardo e con il sorriso, senza fermarmi.
Senza permettervi di rubarmi il mio momento di leggerezza.

Come quando torno a casa la sera e non cerco un compromesso.
Chiudo il cancello, accendo la radio e la mia testa ciondola, nell’illusione di scrollare i pensieri di dosso. Accarezzando la mia voglia di leggerezza, passeggio.
E mi godo tutta quella strada tenendo il mio ritmo.

Poi arrivo a casa, mi tolgo le scarpe e mi godo il brivido del pavimento bollente del balcone. Mi accendo una sigaretta e mi faccio cantare ancora una volta una Serenata Lacrimosa da Mannarino.

Mentre tutto scorre indisturbato io mi fermo qui, a farmi cullare dal pensiero dolce di un silenzio perfetto, che non è mai arrivato.
E per ora, va bene così.

Noi siamo abituati a dare a parole come “silenzio” e “solitudine” un significato di malinconia, negativo. [..] al contrario quel silenzio e quella solitudine segnano la condizione orgogliosa dell’essere umano solo con i suoi pensieri, capace di dimenticare per qualche ora “ogni affanno”.

[Corrado Augias]

Annunci

Un pensiero su “The sound of silence

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...