Azimut è un progetto. Un’idea.

Un cortometraggio che vuole diventare grande.
Vuole essere un film.

Una sequenza di immagini della periferia romana.
Senza attori. Senza dialoghi.

Un collage di momenti.
Perchè certe cose non devono essere spiegate o raccontate.
Le cose più belle devono essere osservate.
Sentite.

RomaÈ come l’innamorato che ricorda i momenti speciali trascorsi con la sua amata.

Momenti intimi e preziosi.
Lontani da occhi indiscreti.

Immagini che restano impresse indelebilmente.
Espressioni.
Emozioni.

Azimut è una telecamera fissa a guardare i palazzi popolari, i panni stesi al dolce sole della Città Eterna. Le albe e i tramonti spiati da quei posti in cui nessuno sogna di andare a riposarsi.
Ad osservare.

San Basilio, Vigne Nuove, Tufello, Corviale, Nuovo Salario.
Torrevecchia, Quarticciolo, Ponte Galeria, Laurentino 38.

Periferia di Roma

È quell’amore vero che si prova guardando qualcuno quando non sa di essere osservato, quando splende in tutta la sua spontaneità e naturalezza.
È l’amore del trucco sbavato, di chi gira con addosso pigiami orrendi, è il risveglio con il post sbronza, le calze rotte della sera prima.
È il raggio di sole che regala un’energia nuova.
È la scoperta di un neo, una cicatrice, un capello bianco, una ruga.
Una piccola cosa che puoi vedere solo se ti fermi e ti avvicini al tuo panorama.
Una scoperta che non potrai più fare a meno di notare, ogni volta che puoi.
È quello che riescono a vedere in pochi.
I pochi che sanno ancora osservare.
Sentire.

Perchè è facile innamorarsi dei momenti migliori di qualcuno.
Dei panorami perfetti che ci regala Roma.
Degli scorci ripresi nei film, quando niente è in disordine.

La difficoltà sta nell’imparare ad amare in modo unico.
Da una prospettiva diversa.
La tua.

Roma Laurentina

Azimut è un documentario sui suoni e i paesaggi della periferia Romana.
Girato da Emiliana Santoro, una che romana non è.
Ma questo non è affatto strano.

Perchè l’amore non si pianifica. Si sente.
E quando lo vedi splendere in dei piccoli dettagli, vuoi condividerlo con gli altri.
Allora cerchi di descriverlo nel miglior modo possibile.
Cerchi di ricreare le tue emozioni. La tua percezione.
Cerchi di renderlo accessibile a tutti.

roma

Questo è Azimut: una splendida poesia d’amore.
Una poesia che può essere percepita ed apprezzata solo da anime delicate e docili.

Questo è quello che avrei detto io, se avessi dovuto presentare Azimut.
Stando in piedi.
Con orgoglio.
Guardando tutti negli occhi.

Perchè l’amore è un sentimento timido ma nobile, e merita coraggio.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...