Nobody said it was easy

Il cambiamento fa paura perchè rompe lo status quo, crea disordine.

Ma certi giorni è come trovarsi sull’orlo di un precipizio ed essere costretti a fare il grande salto, mentre affanni e cerchi di rimettere insieme i cocci di una quotidianità troppo pesante.
Mentre per l’ennesima volta rovisti nei tuoi pensieri cercando dei validi motivi su cui basare l’idea che domani sarà diverso, oggi è stata solo un’altra brutta giornata.
Mentre urli al telefono e ti guardi intorno, vedi tutto quello che c’è e tutto quello che c’è stato, scomparire in dissolvenza.

Allora lo fai.
Fai il grande passo.
Rompi gli schemi, spacchi il vetro che poteva essere rotto solo in caso di emergenza.
Dici quello che pensi, a tutti.
Guardi allontanarsi la sicurezza della quotidianità, quel rifugio da cui nessuno vorrebbe mai uscire.
Uccidi la tranquillità.
Mentre l’aria fredda ti spettina i capelli e ti toglie il respiro, assapori l’adrenalina del cambiamento.

Tutti ti fissano spaventati e aspettano che ti schianti al suolo, ma tu guardali e sorridi.

Le nostre scelte ci rendono vivi.
Questa è la libertà.

Annunci

3 pensieri su “Nobody said it was easy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...