La sessione d’esame, il ritorno

Mi svegliai di buon’ora questa mattina, quando il sole era già alto, gli uccelli cinguettavano per rompere i coglioni fuori dalla mia finestra e la gente sotto casa minacciava di accoltellarsi per un parcheggio. Insomma tutto mi sembrò regolare. Niente rapì in modo particolare la mia attenzione.

Con la stessa agilità di un armadillo gravido, o per meglio dire, armadilla, scesi dal mio bellissimo e altissimo letto soppalcato. E per la cronaca, era sempre buon’ora. Guardandomi bene dal salvaguardare la mia persona, ho elargito imprecazioni contro l’orologio, il tempo che va, le ore che passano, la sveglia e il mondo.

Ad un certo punto, nel bel mezzo di questa ridente giornata, quando il mio stomaco iniziò ad emettere gli stessi suoni di una troba bitonale, mi resi conto di non avere benchè nulla di cui cibarmi. Cosicchè mi accinsi ad andare a fare delle compere alimentari.

Acquistai: arance e clementine a volontà, per una questione di dipendenza, nulla di più. Gallette biologiche di farro, niente di meno. Formaggio spalmabile, tassativamente light. Spazzolino da denti, super innovativo. Spuma per i capelli. Il vero investimento della giornata.

Tornai a casa. Sistemai l’infinita mole di acquisti. Varcai affamata la soglia della cucina e mi resi conto di aver fatto veramente una spesa del cazzo! Mangiai minestrone. Che giaceva in casa, inerme ad aspettare di essere scongelato da mesi.

Siori e Siore, decretiamo ufficialmente aperta la sessione d’esame. Sto ricadendo nel solito periodo di stupidità acuta. Se avete pazienza che vi avanza e non sapete che farvene, beh, aiutatemi!

Annunci

17 pensieri su “La sessione d’esame, il ritorno

  1. Grazie, infinite grazie!
    Ma sai perchè?
    Per avermi fatto fare una gradita risata!
    Ebbene sì capita anche a me…ed anche non di rado… e per di più essendo una madre di famiglia qualche attenzione maggiore dovrei averla!! per fortuna che il saggio è mio marito ed in dispensa trovo sempre qualcosa di alimentare!

    Mi piace

    1. ahahahahahahaha fantastico! Fa sempre piacere sapere di non essere la sola a soffrire di distrazione acuta! Credo che la finalità della coppia sia anche quella di completarsi a vicenda. Quello di dover compensare la distrazione senza imprecare è uno dei test più difficili da superare per l’universo maschile. 😉

      Mi piace

    1. mmm..tu si che fai delle belle domande, baby! Non ne ho la più pallida idea. Chiederò a google un’illuminazione! 😉
      Sono contenta di averti lasciato un sorriso prima di andare a dormire 🙂
      A presto!

      Mi piace

  2. Ciao,
    è bello come ti descrivi…ho fatto spese peggiori, e mangiato minestroni trasformati in poltiglia pseudogassosa al sopor di “armadio delle scarpe da cantina precedentemente allagata e mai ripulita” quindi ti capisco, al posto delle gallette biologiche ti suggerisco, un po’ di polistirola espanso costa meno, ha lo stesso sapore e consistenza e con la nutella è una figata stratosferica, ah e fa meno briciole…..

    Mi piace

    1. Oggi il menu prevedeva minestrone con l’aggiunta di farro. Mia personalissima variante, diciamo..il tocco dello chef! Peccato che il farro fosse scaduto a settembre scorso. Dovrei cercare di migliorare le mie abitudini alimentari, e a quanto pare anche tu! 😉
      Ma poi, perchè tutti si ostinano a dire che le gallette sanno di polistirolo? Sarà mica che ho dei problemi alle papille gustative e lo sanno tutti tranne me?? O.o
      Grazie del complimento. Anche se immaginarmi come un’armadilla incinta è agghiacciante! :-/

      Mi piace

  3. Bello questo blog, leggero, brioso, ironico. Sai far sorridere:) Io ho provato a darmi una spiegazione dell’ “intorpidimento da sessione” che è cosa a quanto pare assai comune e non ho ancora trovato una risposta;) Comunque piacere di averti conosciuta e buona serata.

    Mi piace

    1. Ho come il sospetto che sia l’ennesima buuurla, ma per educazione le dico che, le mie gengive stanno ancora bestemmiando in aramaico antico per come le tortura il super innovativo spazzolino mikioso! InZomma, acquisto del cazzo come tutta la spesa! Per fortuna c’è ancora il minestrone a risollevarmi il morale! 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...