Io sono così

Io sono così

Il mio numero preferito è il 7.
Sono un acquario, ed è un segno che adoro.
I miei ricci mi piacciono, rispecchiano la mia personalità. Li preferisco nettamente ai capelli lisci, piatti e insignificanti.
Credo nel destino solo quando mi conviene.
Abbastanza” è la parola che odio di più in assoluto.
Mi piacciono tutti i colori, quasi indistintamente.
Non ho voglia di studiare.
La mia sister gnocchettosa è partita e io sono triste.
Oggi non so nient’altro. Oggi non ci sono. Oggi non ci dovrei più essere.

Pace, amore e gioia infinita

Pace, amore e gioia infinita

In un mondo ideale probabilmente il lavoro non sarebbe stressante. Non sarebbe estivo. Non sarebbe a pochi metri dal mare. Probabilmente non ti stancherebbe al punto da non farti fare neanche un bagno per tutta la lunga estate caldissima.

Nel mondo reale, il lavoro estivo è una rottura di coglioni! Ti spinge sull’orlo dell’esaurimento nervoso, mentre il cervello ribolle sotto il sole, sotto stress, sotto i capelli incolti!! I clienti pensano di avere a disposizione degli addomesticatori dei loro figli imbizzarriti! I clienti pensano di avere degli schiavi al loro servizio. I clienti pensano decisamente male!!

Io ho lavorato quest’estate. Ho lavorato abbandonandomi in un oblio di trascuratezza. Ho accentuato fino all’esasperazione la mia lunaticità. Ho costretto gente a sopportarmi. Sono stata costretta a sopportare gente. Ho ingoiato rospi e birra. Ho riso e sorriso. Ho risposto ai sorrisi di chi meno se lo meritava e di chi meritava quel qualcosa in più, che sono stata incapace di dare! Ho respirato il profumo del mare, l’odore della pizza, la puzza del sudore delle giornate infinite. Ho camminato senza arrivare mai da nessuna parte. Ho urlato, parlato, sussurrato e raccontato. A volte troppo, a volte troppo poco. Ho sognato, ho pensato, ho immaginato situazioni differenti. Momenti diversi. Parole migliori. Ho sperato che quei momenti arrivassero, ma tutto è finito e sono rimasta incapace di esprimermi.

Porterò dentro i sorrisi, le parole, gli sguardi e i visi di tutti i giovani (e meno giovani, come lo chef) che hanno lavorato con me. Si..porterò dentro anche l’immagine di Gianpaolo che canta Cocciante in giro per la sala!!

Pelikano Beach Club, stasera brindo a voi e a questa vita, pace, amore e gioia infinita!

PresenzAssenza!

Ho serie difficoltà di espressione, è almeno un’ora che cerco di scrivere una frase di senso compiuto. Questo è il meglio che sono riuscita a partorire. (è in italiano?)

Credo che mi prenderò qualche altro giorno per riattivare i collegamenti con il mio cervello, (ammesso che non sia evaporato!).

Vado a galleggiare al mare. Non fate battute in mia assenza!