Beh, magari la Principessa Rosa si sarà persa nell’inseguimento di un Bianconiglio nel Paese delle Meraviglie..ma il Principe Azzurro sta con Shrek nella foresta a fare il tronista!!

Spudoratamente riciclato dai miei antichi scritti, vi illustro il vero problema delle donne moderne. Dopo queste illuminanti rivelazioni sarà facile capire anche l’utilità sociale della De Filippi.

Principi di tutto il mondo ma dove minchia vi siete nascosti? Siete tutti in cassa integrazione? Ci sono milioni di potenziali principesse che ammuffiscono aspettandovi!! Non è giusto che solo quella stronza di Cenerentola sia stata trovata dopo aver perso la scarpa..beh, scusate se la fata turchina ha perso il mio indirizzo e non parlo con topi che possono trasformarsi in cavalli, ma anch’io ho perso una scarpa…forse puzzava troppo? Il problema di fondo, secondo una mia recente teoria, non sono le donne (ovviamente). Io credo che sia proprio la disney! Propone delle storie perfette inculcandoti l’idea che tutto sia possibile, e che basti solo crederci. Bugie!! Probabilmente l’amore non esiste, è solo una strategia di marketing per vendere un sacco di cioccolatini e peluche. Probabilmente nella realtà la Bestia avrebbe sbranato la Bella prima che lei se ne fosse resa conto, Cenerentola avrebbe le piaghe ai piedi, e rubando un paio di ciabatte alle sorellastre starebbe scontando un ergastolo, condannata dal suo stesso Principe, che non l’avrebbe riconosciuta il giorno del processo. Vogliamo parlare della Sirenetta? Sono fermamente convinta che nella realtà sarebbe stata solo l’ingrediente segreto per una perfetta zuppa di pesce di un sadico chef!! E la Bella Addormentata con la sua amichetta Biancaneve? Avoja a dormire!! La prima è stata punta da un ago e l’altra ha mangiato la “mela” avvelenata..stavano palesemente tornando da un rave!! I nani? Beh, credo proprio che sarebbero morti di solitudine nei meandri di una foresta sconosciuta dove erano sfruttati e sottopagati per svolgere un lavoro utile a non si sa chi..ammesso che non siano stati frutto di allucinazioni della princess!

Ma forse, la verità, è che abbiamo bisogno di sognare, di usare l’immaginazione per creare un mondo dove tutto questo sia possibile. La verità è che forse la realtà non è molto spesso troppo amara, soprattutto quando noi cerchiamo un pò di dolce! La verità è che la realtà molto spesso fa schifo, allora abbiamo tutto il diritto di sognare un mondo dove in una noiosissima giornata il Principe Azzurro arriva in macchina, senza essersi fatto la barba e magari dopo essere uscito dalla Snai..e magari, ti investe pure..ma da li inizia la tua favola..in fondo, i cavalli puzzano!!

Annunci

12 pensieri su “Il Principe Azzurro..che brutta storia!

  1. Anche io critico le favole, ma per un motivo opposto al tuo. Le favole ci fanno credere che tutto quell’amore impossibile si possa avverare e che il principe e la principessa possano vivere insieme per sempre. Le favole però, si fermano sul più bello. Non ci fanno vedere la vita matrimoniale di Cenerentola o della Bella Addormentata, non ci fanno vedere che anche i principi e le principesse litigano.

    Per questo con il tempo siamo tutti diventati troppo esigenti! Ci aspettiamo di trovare l’uomo perfetto, beh , questo non esiste, così come non esiste la donna perfetta. L’amore non è perfezione, l’amore è vedere i difetti degli altri ed accettarli (non tutti, ovviamente, alcuni non si può proprio). Credo sia questo il problema. Cerchiamo tutti il principe azzurro, ma non esiste, ma non perché non esiste l’amore, ma perché non esiste la perfezione…

    Mi piace

    1. Certamente la mia non voleva essere un’ode alla perfezione. Non credo assolutamente che esistano le persone perfette, che vivano una vita perfetta. Credo solo che esistano persone piene, (se non cariche) di difetti, che riescono ad incastrarsi tra di loro e a vivere la loro “favola”, che nella maggior parte delle volte non è neanche “per sempre”. Il punto è che sono fortemente convinta che questo non capiti a tutti e che a volte il Principe si nasconda nelle persone che abbiamo intorno, dove non ci preoccupiamo di cercare. Un saluto, grazie di essere passata! =)

      Mi piace

  2. Ahhhhhhh…. Ecco dov’era finita la Principessa Rosa… ;-)… Ora capisco…!!
    Addirittura “milioni di potenziali principesse”?? Uhm…vorrei darti ragione…, ma non so…
    La realtà, effettivamente, a volte non è proprio un granchè… Una cosa (…una delle poche ancora…) ce l’hai gratis. Ed è un po’ di speranza. Sperare non costa mai nulla.
    E poi, come dici, ci sono i sogni. Ma sono un’arma a doppio taglio. Un loro abuso porta all’effetto “paraocchi”, assai pernicioso…:-).
    L’amore esiste. Di questo ne sono *certo*. Non ho ancora capito se “amore” e “sempre” sono due parole che possono stare insieme… Secondo i miei ultimi “rilevamenti”, non credo.
    Ma questo non significa che non valga la pena amare. Anzi…

    Quadrato Imperfetto

    Mi piace

    1. Beh, ci sono diversi tipi di principesse, devi riuscire a fare bene i tuoi provini! In ogni caso, ti sconsiglio le principesse sul pisello, ho sentito dire che sono molto esigenti! 😉
      Sicuramente sognare troppo fa male, e penso che il vero problema siano le aspettative. Quando ti fissi su una persona, immaginando mille cose e situazioni inevitabilmente rimani deluso. Alla fine ti ritrovi ad uscire con un presunto Principe che rutta per tutta la romanticissima serata, o ti parla per ore interminabili di come attaccare i vermi sull’amo da pesca!! Le aspettative vengo puntualmente deluse.
      Non so se qualcuno visse davvero, per sempre, felice e contento. Però, ci sono delle coppie fantastiche di anziani che si danno ancora mille attenzioni reciproche e mille gesti d’amore. Io vorrei diventare un’anziana felice con il marito che mi porta le buste della spesa o mi apre la porta di un negozio per farmi passare. =)

      Mi piace

  3. Aahaahaha…:-). Beh, carino dai, il “principe che rutta per tutta la romanticissima serata”… Originale…! ;-).
    Di principessa sul pisello ne ho già avuta una. E mi è bastata… Per carità, notevole, in certe cose. In altre, totalmente ingestibile… Problemi di software…
    Ne voglio un “modello” senza bachi nel software. Ma finora la ricerca non ha sortito risultati rilevanti. Mah…
    Anch’io invidio le coppie di anziani che si danno ancora la mano. E un giorno o l’altro, giuro che lo farò, fermerò una di queste coppie e chiederò loro: “ma come fate? Dove sta il segreto??”…
    Sono ansioso di conoscere la risposta.
    Ciao.

    Mi piace

  4. “Cenerentola avrebbe le piaghe ai piedi, e rubando un paio di ciabatte alle sorellastre starebbe scontando un ergastolo, condannata dal suo stesso principe, che (in quanto uomo) non l’avrebbe riconosciuta il giorno del processo.”
    ahahahahaha credo che i nostri blog andranno molto d’accordo…e sospetto anche noi XD

    Dopo leggo anche qualcos’altro 😉 Sono sicura che mi divertirò…

    Mi piace

  5. Vogliamo parlare della bella Raperonzolo??? Per essere come lei e sperare che qualcuno si potesse aggrappare alla mia folta chioma bionda, per regalarmi una favola, ho speso 400 euro per 100 ciocche di extention di merda..e come è finita?? Che i capelli erano sintetici e ho dovuto lavarli cn l’amico Lenor ammorbidente di fiducia di mia madre..e chi si è avvicinato?? Solo trentenni ragazzini che hanno snetito in me profumo materno..ed ecco il maledettissimo complesso di edipo/elettra a seconda di uomo o donna..si perchè quello che ho fatto fino ad ora con tutti i mie ragazzi è stato solo FARGLI DA MAMMA, motivo per cui si sono innamorati di me..ma si può?? Per non parlare di tutte le lesbicone che mi si sono avvicinate in questi anni..scusate è che non ho pregiudizi ma ESIGENZE!
    Fanculo alla Walt Disney, a tutte le riproduzioni formato barbie e tutti i suoi amici…Proprio ieri sfogliando un semplice depliant dell’Auchan ho scoperto che hanno fatto Barbie giornalista. Dico io, perchè infodete nei ragazzini la speranza di diventare giornalisti quando la Gelmini vuole chiudere anche l’università di scienze della comunicazione??
    sempre tutta colpa della Walt disney!

    Mi piace

    1. Grazie, sono contenta di non essere l’unica a vederla così =) a questo punto sarebbe carina una reazione da parte dei principi (o presunti tali), che cercassero di smentirmi..ma questa sarebbe un’altra favola! =)

      Mi piace

  6. ahahahaha!! che poi già il solo fatto che i protagonisti (o almeno uno dei due) siano prinici e principesse e non gente comune, già questo dicevo, ti avvia ad una illusione senza fine di cui il problema sta alla base!!
    ho capito che c’è bisogno di sognare, ma che motivo c’è di dare inizio a illusioni irrealizzabili!
    la favola migliore secondo me è pinocchio: poveri cristi erano e poveri cristi restano, ma almeno l’amore che trionfa è vero e disinteressato!! (ed è pure made in italy!)

    un saluto!! 😀

    Mi piace

    1. Beh, sicuramente parlare di principi e principesse non è sinonimo di stare con i piedi per terra. Ma infondo quelle sono solo etichette. Puoi sentirti una principessa anche solo se il tuo “lui” ti porta il caffè a letto la mattina o ti cede il suo maglione perchè ti vede infreddolita. Poi certo, non stiamo parlando di situazioni quotidiane, sennò sarebbe tutto troppo banale! I rapporti sono contorti, contraddittori a volte deludenti, ma a volte, vale la pena vedere cosa ti riservano. Sarebbe curioso sapere adesso, a distanza di anni, come se la passano le donzelle della Disney!
      Pinocchio mi ha sempre messo tristezza.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...